Un servizio a portata di tutti

Cosa fare in caso di decesso

decessoGrazie al nostro staff, in questa pagina è possibile usufruire di alcune informazioni utili su cosa fare in caso di decesso; Agenzia Funebre Gianluca Sebastiani, a Roma, è a vostra disposizione per gestire la situazione nel migliore dei modi fin dai primi momenti successivi all’evento.

COSA FARE

La prima cosa da fare, ovviamente al netto delle conseguenze emotive e familiari, è scegliere in maniera libera e non troppo frettolosa l’agenzia di onoranze funebri che si occuperà del tutto. Successivamente, durante il contatto con la stessa, richiedere un preventivo su carta intestata e la fatturazione di ogni spesa. C’è poi da comunicare il decesso all’Ufficiale di Stato Civile del Comune dove c’è stato lo stesso, magari tramite proprio l’impresa incaricata, entro 24 ore.

Se il decesso è avvenuto in abitazione

In questo caso, bisogna chiamare in primis il medico curante che compila la scheda ISTAT (reperibile anche presso l’agenzia funebre) dove vengono scritte le cause della morte. Ricordiamo che la denuncia di decesso va effettuata entro 24 ore dall’evento alle autorità competenti.

Se il decesso è avvenuto in struttura sanitaria, istituto o casa di cura

In questo caso, i documenti necessari per denunciare la morte vengono predisposti e spediti dalla struttura in questione verso l’agenzia di pompe funebri, che poi provvede a girarli all’Ufficiale di Stato Civile del Comune.

COSA NON FARE

La lista di cose da non fare è più lunga rispetto all’altra, perché tiene conto anche della debolezza psicofisica che un parente può avere in un momento come questo: innanzitutto scegliete sempre voi l’agenzia funebre anziché affidarvi a una che vi contatta, o che vi viene proposta. In secondo luogo, scegliete sempre in base alle vostre esigenze senza mirare troppo agli articoli o ai servizi più costosi, e soprattutto non lasciate totale libertà di prezzo all’impresa.

Ricordatevi inoltre di rispettare le ultime volontà del deceduto, senza prevaricarle a favore delle proprie; altra cosa importante, non firmate mai documenti senza aver letto riga per riga il loro contenuto. Infine, da sottolineare una cosa: non è detto che l’agenzia funebre a cui rivolgersi nel caso di morte in struttura sanitaria sia quella che gestisce la camera mortuaria della stessa. Una imposizione del genere è quindi fuori luogo e fuori legge.